L'azienda Le Certificazioni Amia Risponde Scrivi un'e-mail! Torna alla Home
Comunicazione
Azienda I servizi Le news I progetti Bandi Stampa Comunicazione Newsletter
 

Qualità dell'aria



La rete di stazioni fisse
Normativa
La rete di stazioni fisse Ingrandisci

 Generalità

La rete di monitoraggio della qualità dell’aria della città di Palermo è stata realizzata con decreto del Ministero dell’Ambiente del 05/12/1991 nell’ambito dei progetti DISIA per la tutela ambientale.

In particolare, il 1° Stralcio Funzionale del Piano Esecutivo per il Rilevamento dell’Inquinamento Atmosferico ed Acustico, redatto nel gennaio 1992, prevedeva la realizzazione di un sistema costituito da sette stazioni fisse, un centro di supervisione ed elaborazione dei dati e un laboratorio chimico di supporto.

La rete è entrata in funzione il 1° agosto del 1996.

Nel corso del 2001 è stato eseguito l’adeguamento tecnico alla nuova normativa in materia di controllo della qualità dell’aria e il posizionamento di tre nuove stazioni in aggiunta a quelle esistenti. Nel marzo del 2003 l’attività di gestione della rete di monitoraggio ha conseguito la certificazione UNI EN ISO 9001:2000.

 Descrizione

I principali obiettivi di una rete per il controllo della qualità dell’aria sono:Schema della rete di monitoraggio

  • verificare e documentare il rispetto ovvero il superamento dei valori limite fissati dalla vigente normativa e darne comunicazione all’Autorità competente;
  • diffondere giornalmente ai cittadini i dati sulla qualità dell’aria;
  • individuare la dinamica dell’inquinamento ed i periodi critici, nonché fornire elementi per trovare le cause che le determinano;
  • fornire uno strumento per migliorare la gestione del territorio per quanto concerne gli aspetti dell’inquinamento atmosferico.

La rete di monitoraggio è attualmente composta da:

  • un centro di supervisione per la raccolta, elaborazioni ed archiviazione dati;
  • un laboratorio chimico per analisi ambientali;
  • 10 stazioni di monitoraggio;
  • 89 apparecchiature di rilevamento di parametri chimici e fisici.

Tutte le cabine sono collegate tramite modem e linea telefonica commutata ISDN al centro di supervisione sito nella sede AMIA di via Ingham, 27 (Zona Industriale Brancaccio).

 Il centro di supervisione

Il centro consente la supervisione ed il controllo in tempo reale di tutte leIl centro di supervisone della rete apparecchiature di rilevamento dei parametri chimici e fisici installati nelle cabine nonché dello stato delle cabine stesse (alimentazione elettrica, intrusioni, temperatura interna, etc.). Il centro, in assenza dell’operatore, è programmato per acquisire periodicamente da ciascuna cabina tutti i dati relativi al funzionamento della cabina stessa e degli strumenti ed i valori di inquinamento rilevati, nonché per ricevere le eventuali segnalazioni di anomalia (allarmi) trasmesse automaticamente.

Il centro gestisce, inoltre, la taratura periodica degli strumenti e ne segnala gli eventuali scostamenti dalla condizione di normale funzionamento. Tutti i dati, allarmi, etc. sono memorizzati in linea per oltre due anni su un data base e possono essere visualizzati in forma grafica e/o tabellare secondo vari criteri di ricerca o di sintesi statistica.

 Le stazioni di rilevamento

Ciascuna stazione di rilevamento è costituita da una doppia struttura scatolare in vista interna di una stazione di monitoraggiovetroresina con intercapedine coibentata con lastre di poliuretano espanso ed irrigidita da un telaio in acciaio. Le apparecchiature di rilevamento e quelle ausiliare per il funzionamento della cabina sono alloggiate in appositi rack da 19”. In un vano fisicamente separato dalla restante parte di cabina e dotato di porta di accesso indipendente sono posizionate le bombole di gas a concentrazione nota per la taratura automatica e periodica delle apparecchiature di misura. La cabina è dotata di un PC che acquisisce i dati rilevati dagli analizzatori nonché tutte le informazioni sul funzionamento della stessa e delle apparecchiature (allarmi, esito tarature, etc.). Tale PC, alimentato da un gruppo di continuità, garantisce il continuo collegamento con il centro nonché la memorizzazione di tutti i dati raccolti per oltre un anno.

Nome

Tipo

Dati rilevati

Indirizzo

Caratteristiche

Boccadifalco fondo sub‾urbano chimici, rumore, meteo Presidio Ospedaliero "Casa del Sole", Via Roccazzo Posizionata all’interno del parco del Pr. Osp. su uno spazio a quota 141 m slm; a ovest del centro urbano e sottovento con brezza di mare
Indipendenza traffico urbano chimici P.zza Indipendenza La zona è caratterizzata da medio traffico e da frequenti ingorghi dovuti a manifestazioni per la vicinanza delle sedi del Governo Regionale
Giulio Cesare traffico urbano chimici, rumore P.zza Giulio Cesare La zona è caratterizzata da intenso traffico veicolare, in particolare autobus urbani ed extraurbani per la vicinanza della stazione ferroviaria Palermo Centrale
Castelnuovo traffico urbano chimici, rumore, meteo P.zza Castelnuovo La zona, posta al centro della città, è sede di uffici ed attività commerciali varie. Caratterizzata da traffico sostenuto nelle ore serali e notturne dei fine settimana
Unità d’Italia traffico, urbano chimici, rumore Viale Piemonte La zona è caratterizzata da alta densità abitativa, e da traffico medio su strada a senso unico di circolazione
Torrelunga traffico, urbano chimici, rumore P.zza Torrelunga La zona è caratterizzata da periodici ingorghi per la confluenza di 5 strade che sboccano nella piazza. Il lunedì in una via nelle immediate vicinanze ha luogo un mercatino rionale
Belgio traffico, urbano chimici, rumore V.le Strasburgo ang, V.le Praga La zona è caratterizzata da un incrocio stradale di ampia carreggiata con medio traffico e dalla vicinanza di uno svincolo della circonvallazione (via Belgio)
Di Blasi traffico chimici, rumore Viale Regione Siciliana tra via Perpignano e via E. Di Blasi La zona è caratterizzata da un intenso traffico veicolare, sia leggero che pesante, su strada a quattro corsie dotata di incroci e attraversamenti pedonali semaforizzati
CEP fondo, urbano chimici Via F. Paladini La zona è posta sottovento rispetto alla discarica RU di Bellolampo per venti provenienti dal settore ovest (brezza di monte)
Bellolampo rurale meteo Discarica Controllata di RU Bellolampo Posizionata su una area della discarica denominata "bonificata" a circa 450 m slm

 

 Il laboratorio chimico

La rete di monitoraggio è dotata di un laboratorio chimico per la gestione di Laboratorio chimicoalcune delle apparecchiature presenti nelle cabine (analizzatori automatici per il rilevamento dell’acidità e conducibilità delle piogge, sistemi di campionamento polveri, analizzatori di benzene, toluene e xileni, etc.) e per l’esecuzione delle analisi di quei parametri ambientali che richiedono tecniche di misure non automatiche (determinazione gravimetrica delle polveri, metalli pesanti, etc.).

Le principali attività del laboratorio comprendono:

  • determinazione gravimetrica delle polveri;
  • determinazione spettrofotometrica ad assorbimento atomico del piombo nelle polveri;
  • manutenzione e taratura degli analizzatori BTX (Benzene, Toluene, o‾Xilene);
  • manutenzione e taratura degli analizzatori di acidità delle piogge;
  • validazione dei dati di PTS, PM10, Pb (piombo), BTX, acidità e conducibilità pioggia.

Il ciclo per la determinazione del PM10 in aria

Torna Su


 I servizi
Tutti i diritti sono riservati AMIA s.p.a © 2005- P.I. 04797190826
Realizzato da Archidea Communication